FIDUCIA: COME HANNO VOTATO GLI ELETTI ALL’ESTERO

FIDUCIA: COME HANNO VOTATO GLI ELETTI ALL’ESTERO

ROMA\ aise\ - Con il voto di fiducia ieri sera in Senato si è concluso il primo, fondamentale, passaggio parlamentare per il nuovo Governo guidato da Giuseppe Conte, oggi a Bruxelles per incontrare la nuova presidente della Commissione europea Ursula von der Lynen.
Alla Camera, il 9 settembre, la fiducia è stata votata da 343 deputati; 263 i voti contrari.
Dei 12 eletti all’estero, hanno votato sì, ovviamente, i parlamentari del Pd e del M5S, i partiti, cioè, che sostengono l’esecutivo. Hanno dunque assicurato la fiducia a Conte Elisa Siragusa (M5S), Nicola Carè, Francesca La Marca, Angela Schirò e Massimo Ungaro (Pd). A sostegno del Governo anche Mario Borghese del Maie e Alessandro Fusacchia di +Europa, che insieme ad altri due colleghi ha votato contro le indicazioni del partito, e Fausto Longo (Misto).
Hanno votato contro la fiducia i deputati di Forza Italia e Lega, Fucsia Nissoli e Simone Billi. Assente Luis Lorenzato di San Martino. No anche da Eugenio Sangregorio (Usei-Noi con l’Italia).
Ieri in Senato la fiducia è stata votata da 169 senatori; 133 i contrari.
A favore i senatori Pd, Garavini e Giacobbe, del Maie, Merlo e Cario. Contrari i due di Forza Italia, Alderisi e Fantetti. (aise) 

Newsletter
Rassegna Stampa
 Visualizza tutti gli articoli
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli