IL MINISTRO DI MAIO AL VERTICE DEI CAPI DI STATO DEI PAESI DEL G5 SAHEL

Il ministro Di Maio al vertice dei Capi di Stato dei Paesi del G5 Sahel

ROMA\ aise\ - Il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Luigi Di Maio, ha partecipato ieri, 16 febbraio, in modalità virtuale, al settimo Vertice dei Capi di Stato dei Paesi del G5 Sahel (Mauritania, Mali, Burkina Faso, Niger e Ciad), al quale hanno preso parte i principali partner internazionali e regionali del G5.
Nel suo intervento, il ministro Di Maio ha confermato il crescente impegno dell’Italia a favore della stabilizzazione della regione saheliana, testimoniato dal recente ampliamento della nostra rete diplomatica in Niger e Burkina Faso e dalla prossima apertura di Ambasciate in Mali e in Ciad. Di Maio ha inoltre assicurato il sostegno dell’Italia alla Coalizione per il Sahel, lanciata l’anno scorso, richiamando l’importanza di bilanciare le azioni di contrasto al terrorismo con il rispetto dello stato di diritto e dei diritti umani e interventi volti a favorire uno sviluppo sostenibile e inclusivo.
Il presidente ciadiano Idriss Déby ha ringraziato l’Italia per la futura apertura di un’Ambasciata in Ciad e per l’impegno profuso dal nostro Paese sin dall’inizio della crisi saheliana.
Confermando l’importanza del partenariato con i Paesi africani, il ministro Di Maio ha ricordato i principali appuntamenti internazionali dell’Italia nel corso del 2021, a cominciare dalla Presidenza del G20, nel cui ambito, durante la Ministeriale Esteri del 29 giugno prossimo vi sarà una sessione dedicata al Continente africano, nonché la tenuta del Global Health Summit a Roma il 21 maggio sulla lotta alla pandemia.
Luigi Di Maio ha infine ricordato che il 7 e 8 ottobre prossimi si svolgerà a Roma la terza edizione della Conferenza Italia-Africa, quest’anno dedicata ai temi climatici tenuto conto della co-presidenza italiana della Cop26. (aise)


Newsletter
Archivi