L’AMBASCIATRICE TARDIOLI IN AUSTRALIA

L’AMBASCIATRICE TARDIOLI IN AUSTRALIA

CANBERRA\ aise\ - "Orgogliosa e onorata di rappresentare l’Italia in Australia. Mi impegnerò a portare avanti un partenariato a tutto campo tra i due Paesi amici, che condividono valori fondamentali, tradizioni democratiche e radici culturali in un mondo in continuo cambiamento". Così Francesca Tardioli, nuova ambasciatrice d’Italia a Canberra, in Australia.
A Tardioli, che da oggi inizia ufficialmente il suo mandato, andando a ricoprire un ruolo vacante ormai da mesi, in seguito all’improvviso rientro in Italia dell’ambasciatore Stefano Gatti, la Farnesina ha rivolto, come ormai consuetudine, il suo "in bocca al lupo" attraverso un tweet.
Umbra, classe 1965, Francesca Tardioli si laurea in scienze politiche ed entra in carriera diplomatica nel 1991.
Il suo primo incarico alla Farnesina è alla Direzione Generale Emigrazione dove rimane fino al 1992, anno in cui vola a Tirana dove è secondo segretario commerciale. Nel 1995 lascia l’Albania per la Germania: è reggente al Consolato a Norimberga, dove nel 1996 viene confermata con patenti di console.
Nel 1998 è primo segretario commerciale a Riad, dove rimane per due anni. Nel 2000 torna a Roma, alla DG Promozione e Cooperazione Culturale. Quattro anni più tardi è consigliere alla Rappresentanza permanente presso la NATO a Bruxelles, dove nel 2007 viene confermata con funzioni di primo consigliere.
Nell’agosto del 2008 è console henerale a Tripoli; due anni dopo viene posta fuori ruolo per prestare servizio presso la NATO in Bruxelles quale "Deputy Assistant Secretary General for Planning in the Operations Division".
Torna alla Farnesina nel 2016, alle dirette dipendenze del direttore generale per gli Affari Politici e di Sicurezza. Nel settembre dello stesso anno è vice direttore generale per gli Affari Politici e di Sicurezza/direttore centrale per le Nazioni Unite e i diritti umani, incarico che ha lasciato per l’Australia. (aise)


Newsletter
Archivi