L’ITALIA DI SUCCESSO ALL’ESTERO

L’ITALIA DI SUCCESSO ALL’ESTERO

ROMA – focus/ aise - Anche i big data “trentini” sono stati protagonisti dal 9 ottobre, a Berlino, di EDI – European Data Incubator -, la business challenge voluta da Bruxelles per far incontrare quaranta gruppi industriali pubblici e privati del continente con altrettante startup innovative, capaci di aiutarli a efficientare i propri processi produttivi. Tra le proposte selezionate ci sono infatti anche quelle di MobyGIS ed Energenius, insediate rispettivamente nel Business Innovation Centre di Trentino Sviluppo a Pergine Valsugana e in Progetto Manifattura a Rovereto.
Le due startup trentine sono volate dunque nella capitale tedesca per partecipare alla seconda fase della competizione, durante la quale si sono sfidate a colpi di pitch per provare a vincere fino a 100 mila euro per implementare il proprio progetto.
MobyGIS, nello specifico, presenterà “Waterjade”, un sistema intelligente di supporto alle decisioni per la gestione delle risorse idriche da applicare in via sperimentale alla municipalizzata dell’acqua pubblica della città spagnola di Siviglia. La startup, fondata dall’ingegnere Matteo Dall’Amico nel 2014, conta ad oggi sei dipendenti ed era già stata premiata l’anno scorso dalla Commissione europea per i propri applicativi per la quantificazione delle risorse idriche su larga scala attraverso il ricorso ai dati satellitari, attualmente in uso presso i centri antivalanghe e le autorità di bacino dell’arco alpino. “Waterjade – spiega Dall’Amico – è una sorta di evoluzione di quei sistemi. Attraverso una combinazione di tecniche di modellazione fisica e machine learning permette infatti di prevedere l’afflusso di acqua ai bacini di raccolta, nonché di simulare la domanda idrica da parte degli utenti a seconda del clima e delle attività produttive”. In questo modo si potrà, per esempio, prevedere l’avvicinarsi di un periodo di siccità e decidere in via precauzionale di riempire i serbatoi di raccolta.
Energenius, la startup che, combinando ingegneria e informatica, monitora i sistemi di raffreddamento, riscaldamento, illuminazione e ventilazione delle aziende e le aiuta a ridurre le bollette energetiche, proporrà invece “Genius Grid”. Il progetto, che verrà sviluppato in collaborazione con Cartiere del Garda, mira a ottimizzare il sistema di scambio sul posto di energia dell’impianto. La cartiera vanta infatti un imponente impianto a gas, che genera vapore ed elettricità, in parte deputati al funzionamento dei macchinari e in parte immessi nella rete locale. “Genius Grid – illustra il project manager Matteo Gerola – dà in pasto a un’intelligenza artificiale una serie di dati legati al funzionamento e ai consumi dell’impianto che fino ad oggi sono stati esaminati da un professionista umano”. Ciò permette di ridurre la perdita di informazioni e di quantificare con un margine di precisione più alto quanta energia verrà utilizzata dalla cartiera e quanta potrà di conseguenza essere immessa nella rete. Così facendo, lo stabilimento stima di ridurre del 20% le penali che ad oggi deve pagare quando immette sul mercato più energia rispetto a quella richiesta oppure ne offre meno nei giorni in cui si registrano picchi di consumo.
Si è conclusa in questi giorni la missione degli operatori del settore agroalimentare e turistico in Danimarca, dove la Calabria è stata presentata come destinazione del turismo enogastronomico ricca di eccellenze alimentari e di piatti tipici della Dieta Mediterranea, nell’ambito delle iniziative previste dai progetti promossi dal Settore Internazionalizzazione della Regione Calabria e attuati dalle Camere di Commercio Italiano all’Estero.
Tale missione segue l'azione di incoming svolta lo scorso 25 settembre in Calabria, che ha registrato la presenza di 36 aziende calabresi che hanno avuto l'opportunità di effettuare incontri "one-to-one" con buyer del settore del food & wine e del settore turistico, alla presenza di operatori e giornalisti danesi, accolti da Gina Aquino, Dirigente del Settore Internazionalizzazione, e dai consulenti dello sportello Sprint Calabria a supporto della internazionalizzazione. In Danimarca il "brand Italia" è fortemente radicato e il Paese registra una continua crescita delle esportazioni italiane.
Obiettivo del progetto è quello di contribuire ad affermare il brand Calabria sul mercato danese come sinonimo di qualità ed eccellenza e offrire una proposta ampia e diversificata, attraverso la costruzione di un'azione promozionale in grado di valorizzare tutte le eccellenze coinvolte. Il progetto, che interessa il settore enogastronomico e quello turistico, ha l'obiettivo di rafforzare i flussi commerciali dalla penisola scandinava al territorio calabrese. Il consolidamento di tali relazioni, mira a portare solidi e duraturi benefici non solo alle strutture ricettive ed alle imprese agroalimentari coinvolte, ma anche all'economia locale nel suo complesso. Nancy Dell’Olio, Ambasciatrice della Puglia nel mondo, e Jools Holland, pianista, conduttore televisivo, compositore e patron di Boisdale, hanno presentato il 10 ottobre la Puglia ad un pubblico selezionato di artisti, giornalisti e personalità britanniche alla quarta edizione dei Boisdale Music Awards di Londra, nella suggestiva sede di Canary Wharf, iniziativa in collaborazione con Pugliapromozione e Regione Puglia, che ha celebrato la regione e dei suoi valori in un contesto di alto valore artistico e culturale, nel corso del quale Nancy Dell’Olio è stata l’ospite d’onore.
Alla serata erano presenti alcuni dei più grandi nomi del mondo del jazz, blues, soul, reggae, country e pop, per un evento esclusivo con una cena tutta pugliese. Oltre 250 i partecipanti, fra cui molta stampa, grande attenzione e vero interesse per la Puglia, anche da parte degli artisti del calibro di Heather Small, Courtney Pine, Joe Jackson, The Real Thing, Toploader, Tallia Storm, The British Collective, Mutya Buena of Sugababes, Richard Hadfield of Collabro, Dawn Penn, Incognito, Omar, Jocelyn Brown, The British Collective, Rob Davies, Ladyva e molti altri.
I Boisdale Music Awards sono assegnati ogni anno nella nuova sede londinese di Canary Wharf, con grande attenzione da parte della stampa britannica.
Negli anni precedenti i premi sono stati assegnati a musicisti come Donovan, Lisa Stansfield, Paul Jones, Ginger Baker e Imelda May, per citarne solo alcuni.
Quest’oggi, 11 ottobre, la Puglia è stata di nuovo protagonista con un pranzo offerto ai media britannici nella sede di Boisdale di Belgravia, Londra, nel corso di una presentazione intitolata “The taste of Puglia Lunch”, una occasione unica di scoprire il sorprendente cibo e vini pugliesi. Tutti gli ingredienti e i vini sono stati accuratamente selezionati da Andy Rose chef Boisdale, e Nancy Dell’Olio: “Porto la mia regione nel cuore e da sempre ne racconto l’autenticità e l’aspetto della scoperta che è sempre legato ad un viaggio in Puglia, sia esso lavoro o vacanza. E il pubblico inglese è entusiasta della Puglia, anzi ormai è una tradizione consolidata tra i viaggiatori britannici quella di conoscere dal vivo le nostre bellezze architettoniche, culturali e culinarie. La cultura della cucina pugliese che abbiamo celebrato ieri e presentiamo oggi alla stampa specializzata è all’insegna della sostenibilità e dell’autenticità. I nostri sono prodotti originali, e questo è particolarmente apprezzato qui, così come la nostra cultura della tradizione culinaria proposta attraverso rivisitazioni innovative”. (focus\ aise) 

Newsletter
Archivi