“ZIMBO, ZIMBA E BOMBA… DUE O TRE COSE CHE SO DI LORO”: ALESSANDRA LAZZARI IN CONFERENZA PER L’IIC DI MONTREAL

“Zimbo, Zimba e Bomba… due o tre cose che so di loro”: Alessandra Lazzari in conferenza per l’IIC di Montreal

MONTREAL\ aise\ - “Zimbo, Zimba e Bomba… due o tre cose che so di loro” è il tema della conferenza che Alessandra Lazzari dell’Istituto di Scienze del patrimonio culturale del Consiglio Nazionale per le Ricerche terrà mercoledì 24 febbraio, alle ore 15 EST (le 21 in Italia) per l’Istituto Italiano di Cultura di Montréal. L’incontro si svolge nell’ambito della serie di webinar dedicata al tema “Per una geografia storica del fumetto italiano: il rapporto con l’Africa (1908-1945)”, sulla piattaforma Zoom.
Alessandra Lazzari presenta un quadro d’insieme del fumetto italiano nel rapporto con il mondo “altro” dell’Africa, in particolare rispetto alla realizzazione del sogno imperiale e della conquista di un territorio altrove dal suolo patrio. Il processo si sviluppa attorno agli eventi cardine della guerra italo-turca per la conquista della Libia (1911-1912) e di quella in Etiopia (1935–1936), per poi seguire la parabola della II Guerra Mondiale e lo svanire di tale sogno. Tutto ciò si riflette anche nel più recente genere di intrattenimento rappresentato dal fumetto.
Archeologa del Vicino Oriente Antico con esperienza sul campo in Turchia, Siria, Giordania, Oman, Iran, Turkmenistan, Alessandra Lazzari si occupa di informatizzazione di dati archeologici e creazione di banche dati; gestione degli archivi dello scavo di Shahr-i Sokhta; progetti di integrazione di tecniche avanzate di rilevamento, GIS e modelli numerici per la conoscenza dei siti archeologici. Da svariati anni, sviluppa un progetto personale sulla percezione dell’esotico nel fumetto italiano. (aise)


Newsletter
Archivi