LA SETTIMANA DEL VICE MINISTRO DEL RE

LA SETTIMANA DEL VICE MINISTRO DEL RE

ROMA – focus/ aise – Il vice ministro agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale, Emanuela Del Re, ha presieduto alla Farnesina i lavori della seconda riunione della Rete Università per il Corno d’Africa.
L’iniziativa, fortemente voluta dal vice ministro, è stata lanciata lo scorso gennaio e vi partecipano 40 tra enti universitari, uffici istituzionali, centri per gli studi sulle relazioni internazionali e organizzazioni, italiani e africani.
Durante l’incontro sono stati discussi e individuati i settori prioritari sui quali concentrare le attività della Rete, in particolare quello sanitario, ambientale, dell’agro-industria, le nuove tecnologie.
Del Re ha ribadito l’impegno dell’Italia verso la regione del Corno d’Africa e ha preannunciato la nascita della rete delle università italiane per il Sahel, per cui a breve convocherà una prima riunione con le università e i centri di ricerca presenti nell’area.
Tra gli ospiti della seconda riunione della Rete Università per il Corno d’Africa, il rettore dell’Università Nazionale Somala, Mohamed Ahmed Jimale, al quale l’assemblea ha delegato il compito di coordinatore onorario della rete, affiancato da un ateneo italiano da identificare.
In occasione della Giornata Mondiale dell’Infanzia, poi, il vice ministro agli Affari Esteri, Emanuela Del Re, ha partecipato a un evento sul benessere e la tutela dei minori ospitato dall’Ambasciata d’Italia presso la Santa Sede.
Secondo dati UNICEF menzionati dal vice ministro, nel 2018 quasi 200 milioni di bambini sotto i 5 anni hanno sofferto di malnutrizione cronica e acuta: moltissimi vivono in situazioni di conflitto e sono oggetto di abusi e forme di violenza.
Il vice ministro ha ricordato come l’agenda 2030 fissi un quadro di riferimento a favore dell’infanzia che l’Italia fa proprio e a cui contribuisce con il lavoro della cooperazione italiana, sottolineando come la difesa dei minori sia un asse portante della nostra politica estera. "Siamo impegnati sul piano internazionale a sostegno dei diritti e del benessere dei minori, ad esempio nell’ambito dell’istruzione e della sanità", ha detto Del Re. Ha quindi ricordato la proposta italiana, da lei ispirata, di istituire una Giornata Mondiale contro la diarrea infantile. Sul tema l’Italia ha proposto l’inclusione di riferimenti diretti nel quadro di una risoluzione adottata lunedì scorso dall’Assemblea Generale ONU: "un primo passo che consente di profilare ad alto livello la nostra azione", ha concluso. Infine, venerdì scorso il vice ministro si trovava a Nagoya, in Giappone, per partecipare alla riunione dei Ministri degli Affari Esteri del G20.
L’1 dicembre l’Italia entrerà ufficialmente a far parte della Troika G20, che includerà, oltre a noi, la Presidenza uscente, ovvero il Giappone, e quella entrante, l’Arabia Saudita. La Presidenza italiana del G20 inizierà l’1 dicembre 2020 e si concluderà il 30 novembre 2021.
La riunione di Nagoya si è aperta oggi con una cena sociale per i capi delegazione. Nella mattinata di domani si svolgeranno due sessioni di lavoro: la prima sarà dedicata alla promozione del libero commercio e della governance globale (con particolare riferimento alla riforma dell’Organizzazione Mondiale del Commercio e delle Nazioni Unite); la seconda sarà incentrata sugli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030. A seguire, la riunione si chiuderà con un pranzo di lavoro dedicato all’Africa.
A margine delle sessioni, il vice ministro ha avuto una serie d’incontri bilaterali con gli altri capi delegazione.
Prima dell’inizio della riunione, il vice ministro ha visitato la mostra dedicata a Caravaggio presso il City Art Museum di Nagoya che, inaugurata lo scorso 26 ottobre, ha finora registrato oltre 35mila visitatori. (focus\ aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi