La settimana della cucina italiana a Lione con la CCI

LIONE\ aise\ - Fino al 28 novembre la Camera di Commercio Italiana per la Francia a Lione (CCIF-LIONE) realizza una serie di eventi nell’ambito della sesta Settimana della Cucina Italiana nel Mondo, iniziati già questo lunedì con una masterclass didattica “The Extraordinary Italian Taste” presso il prestigioso Istituto di Alta Gastronomia “Paul Bocuse” a Lione.
Tre gli Chef in cattedra, a cominciare dallo stellato Enrico Croatti del Moebius di Milano, per poi passare a Antonello Cabras dell’Accademia Pasta Garofalo-Francia ed in fine Nabil Barina Chef Pasticcere fresco vincitore del Campionato Mondiale di Tiramisù.
Per questa 6° edizione della Settimana, il tema scelto dal MAECI è tutto dedicato alla consapevolezza e valorizzazione delle tradizioni e prospettive della cucina italiana, un tema che sarà il filo conduttore del ricco programma istituzionale messo a punto dalla CCIF-LIONE in collaborazione con il Consolato Generale d’Italia a Lione e con l’Istituto Italiano di Cultura di Lione.
Dopo la lezione di Cucina Italiana da Bocuse, si passa infatti alla valorizzazione e promozione in Francia dell’Olio EVO delle Terre di Foggia con una degustazione, organizzata in collaborazione con la CCIAA di Foggia nel miglior ristorante italiano di Lione “La Trattoria di Lello”, destinata esclusivamente ai professionisti francesi dell’agroalimentare, della ristorazione e dell’import di prodotti alimentari italiani.
Mercoledì 24 novembre, sarà la volta di Conferenza accademica incentrata sulla tutela dei prodotti a denominazione protetta e controllata ed il contrasto al fenomeno dell'Italian Sounding.
Sprint finale, domenica 28 novembre, quando verrà svolto per la prima volta a Lione il 1° Campionato Mondiale di confezionamento delle Orecchiette Pugliesi in collaborazione con l’Accademia della Nobil Pasta.
Tanti gustosi appuntamenti italiani nella Capitale Francese della Gastronomia con i quali la CCIF- Lione unirà la ricchezza e la varietà delle tradizioni enogastronomiche dei territori italiani ai benefici della Dieta Mediterranea, alla tutela dei prodotti italiani anche attraverso il legame tra impresa, sviluppo, crescita e rispetto della biodiversità in Italia. (aise)