Gargiulo (Cgie Cile): la corsa di Roma all'Expo 2030 ha rafforzato il legame degli italo-cileni

SANTIAGO DEL CILE\ aise\ - Una sconfitta pesante quella patita dall'Italia per l'assegnazione di EXPO 2030. Riad, capitale dell'Arabia Saudita, non ha avuto neanche bisogno del ballottaggio avendo ottenuto 119 (solo 17 a Roma, superata anche da Busan, Corea del Sud, 29 voti). Non è andata bene per il Belpaese, ma un piccolo lato positivo, nella pesante sconfitta, è arrivata dal Cile. Nello Gargiulo, Consigliere del CGIE proprio per il paese sudamericano, in un commento sui risultati si è detto soddisfatto quantomeno dell'impegno mostrato in un anno "dalla nostra sede diplomatica" a sostegno della candidatura di Roma. E poi, al di là dei risultati, ha riconosciuto "che è stata una buona occasione per rafforzare il legame nella comunità italo-cilena".
Una comunità italiana in Cile che "numericamente e storicamente ha una sua identità nel paese sudamericano, e per questo l’amicizia Italia-Cile sarà in grado di prescindere dal segno politico dei Governi" al potere. (aise)