È MORTO NINO RANDAZZO: IL RICORDO DELLA FUSIE

È MORTO NINO RANDAZZO: IL RICORDO DELLA FUSIE

ROMA\ aise\ - E anche lui se n’è andato. Isolano che più isolano non si può: Nino Randazzo era nato infatti a Leni di Salina, nelle Isole Eolie. Mai isolato. Anzi. Migrante per necessità ha continuato ad esserlo per mestiere. È stato un comunicatore: giornalista, scrittore e saggista prim’ancora che senatore della Repubblica.
Apprezzato per la pacatezza e la signorilità, della FUSIE è stato dapprima un prezioso operatore e poi un convinto sostenitore.
Tra gli altri, un pregio sul piano personale, ci ha colpito: è stato un uomo in grado di trasmettere calore. Sinceramente. E scusate se è poco.
L’unanime cordoglio che suscita la sua scomparsa lascia uno spiraglio aperto alla speranza che i valori a cui si è ispirato apertamente restino per tutti noi una preziosa eredità. (giangi cretti*\aise)
* Presidente della Federazione Unitaria della Stampa Italiana all’Estero 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi