Teodoro Valente ospite della Miami Scientific Italian Community per la “Information Technologies Series”

MIAMI\ aise\ - Continua la serie di incontri della Miami Scientific Italian Community con personalità italiane del mondo della ricerca e dell'innovazione nei settori Aerospace, Biotechnology, Creative Industries, Green Economy, Digital Trasformation and ICT for Heritage and Cultural Activities. Il 25 febbraio sarà il giorno dedicato alla “Information Technologies Series".
Gli incontri che ormai sono diventati un vero e proprio format con caratteristiche molto precise, ovvero raccontare una ricerca o una tecnologia attraverso una trasversalità tematica con una discussione ed un approccio al dialogo aperto, sono l'occasione per presentare le attività ed i brevetti e, introdurre ai ricercatori italiani già molto attivi sul territorio americano, il grande lavoro di ricerca, innovazione e trasferimento tecnologico che le Università e gli Enti di Ricerca Italiani portano avanti, con l'obiettivo di creare relazioni stabili.
Ospite dell’evento sarà Teodoro Valente, presidente di Cyber 4.0 Cybersecurity Competence Center, uno degli otto centri di competenza finanziati dal Ministero dello Sviluppo Economico che aggrega organismi pubblici di ricerca, enti pubblici e oltre 35 soggetti privati (grandi imprese, PMI e Fondazioni) e che mira a sviluppare la competitività del sistema Paese offrendo a Imprese e Pubblica Amministrazione servizi di orientamento e formazione, finanziando progetti di ricerca e innovazione per innalzare il livello di protezione dal rischio di attacchi cyber a sistemi, processi e asset strategici, aziendali e nazionali.
Il professore Valente è anche presidente del Consorzio Nazionale Interuniversitario sulla Scienza e Tecnologia dei Materiali (INSTM) partecipato da 45 Università italiane, Direttore del Dipartimento "Ingegneria Chimica dei Materiali Ambientali" dell'Università di Roma "La Sapienza".
È stato vicerettore per la Ricerca, l'Innovazione e il Trasferimento Tecnologico dell'Università di Roma "La Sapienza". Laureato in Ingegneria Meccanica Cum Laude, Università di Roma La Sapienza, dal 1990 al 1992 é stato consulente per Snamprogetti Spa. Master in Business Administration (1993) e visiting Scientist all'Istituto Nazionale di Ricerca di Osaka.
Esperto nazionale distaccato presso la Commissione Europea nell'ambito delle azioni COST sui materiali (1996-1997). Past President dell'Associazione Italiana di Ingegneria dei Materiali (AIMAT), del Consorzio Sapienza Innovazione, della Commissione Sapienza per la valutazione degli spin-off e dei brevetti, e della Commissione Sapienza per l'Innovazione su Ricerca e Tecnologia oltre che del board di Rete Ventures Scarl (società per il trasferimento tecnologico) È stato Vice Presidente del Consorzio di ricerca pubblico-privato MATRIS e GRINT Scarl. Ex membro del Consiglio Scientifico dell'Istituto Nazionale di Ricerca CNR-ISMN (Istituto sui Materiali Nanostrutturati) e responsabile del Consorzio INSTM del laboratorio congiunto italo-giapponese denominato RIN (Research Institute on Nanoscience at Kyoto Institute of Technology) sostenuto dal Ministero degli Affari Esteri.
Membro del gruppo sulla "Modellazione Molecolare" per la preparazione del Piano Nazionale della Ricerca Italiana, membro del Panel di Valutazione per tutti gli Istituti del Consiglio Nazionale delle Ricerche che lavorano nell'area della Scienza e Tecnologia dei Materiali. Valutatore di proposte di ricerca presentate per il finanziamento al Ministero dell'Università e della Ricerca, al Ministero dello Sviluppo Economico, alle Regioni italiane (Campania, Veneto, Lazio, Piemonte, Umbria), alla Commissione Europea nell'ambito del FP6 e FP7. Già membro del Panel Europeo di Valutazione (IEP) per le proposte Eureka e deputato del MIUR italiano per ERA-NET Materials fino al 2013.
Docente di "Scienza e Tecnologia dei Materiali" e "Materiali Aerospaziali" nei corsi regolari di laurea e dottorato dell'Università di Roma "La Sapienza". Docente al Master Internazionale sulle Nanotecnologie organizzato dal Coordinamento Interuniversitario Veneto per le Nanotecnologie, é responsabile di numerosi progetti di ricerca sulla scienza e tecnologia dei materiali e sulla lavorazione dei materiali, finanziati dal Ministero dell'Università e della Ricerca, dal Consiglio Nazionale delle Ricerche e da aziende industriali nazionali ed internazionali. (aise)