Roberto Antonelli nuovo presidente dei Lincei

ROMA\ aise\ - Roberto Antonelli è il nuovo presidente dell’Accademia Nazionale dei Lincei. Già presidente della Classe di Scienze Morali, succede a Giorgio Parisi.
Oltre a svolgere l’attività ordinaria per l’Accademia, Antonelli è anche curatore delle celebrazioni del Trittico dell’ingegno italiano che si sono aperte nel 2019 con le mostre dedicate a Leonardo da Vinci, e son proseguite con quelle dedicate a Raffaello e quest’anno quelle per Dante.
Professore emerito di Filologia romanza nell'Università di Roma "Sapienza", ha studiato origini e sviluppo delle letterature romanze dal Medio Evo all'età contemporanea. Ha studiato il ruolo della Filologia romanza e della critica letteraria nella cultura del Novecento, privilegiando lo studio del rapporto tradizione-innovazione e il ruolo degli intellettuali europei nella società medievale e moderna, fino al XX secolo, con speciale riguardo ai secoli XIII-XIV, alla Scuola poetica siciliana e a Dante e Petrarca.
Antonelli ha pubblicato, fra libri e saggi, più di 200 lavori, fra cui il primo commento integrale al fondatore della lirica italiana, Giacomo da Lentini (2008), e il Repertorio metrico della Scuola poetica siciliana (1984). Ha studiato lo sviluppo dell'idea di "Europa" dall'Antichità all'età contemporanea, promuovendo e coordinando ricerche e pubblicazioni sul canone letterario europeo e sul lessico europeo delle emozioni. Ha introdotto nuove prospettive storico-culturali e critiche negli studi metrici e nella critica del testo promuovendo per primo la “Filologia materiale” e la “Filologia del Lettore”.
Ha curato e introdotto la traduzione italiana di E. R. Curtius, Europäische Literatur und lateinisches Mittelalter, Firenze 1992.
Ha pubblicato, in collaborazione con Maria Serena Sapegno, due storie della letteratura italiana (L’Europa degli scrittori, 2008, in 7 volumi e Il senso e le forme, 2011, in 5 volumi).
Ha ideato e organizzato, con L. Mainini e M. Cecconi, la mostra "I libri che hanno fatto l'Europa" dell'Accademia Nazionale dei Lincei-Biblioteca Corsiniana. Ha organizzato e curato per l'Accademia Nazionale dei Lincei, la mostra "Leonardo a Roma. Influenze ed eredità". Ha ideato e curato vari convegni internazionali e vari Atti di Convegni Lincei.
Ha fondato e diretto la rivista “Critica del testo” dell'Università di Roma e dirige “Studj romanzi” e la collana "Biblioteca di Studj romanzi".
Prima di essere eletto Presidente dell'Accademia dei Lincei, ha fondato e diretto il Dipartimento di Studi europei, la Facoltà di Scienze umanistiche e l'Ateneo delle Scienze umane, delle Arti e dell'Ambiente dell'Università di Roma "Sapienza".
È Presidente della Fondazione Primoli, della Società Filologica Romana ed è stato Presidente della Société de Linguistique Romane per il triennio 2016-2019. Invitato come Visiting Professor e conferenziere nelle principali Università del mondo, è stato insignito del Premio “Honoré Chavée” dell'Institut de France (1986). Distinguished Chair Fulbright presso l’Università di Chicago (2008-2009), è socio straniero dell'Académie des Inscriptions et Belles-Lettres dell'Institut de France. (aise)