UNICEF LANCIA “11”: CANZONI DI 40 ANNI FA RIPRENDONO VITA IN UN ALBUM CANTATO DAI BAMBINI IN SIRIA E MEDIO ORIENTE

UNICEF LANCIA “11”: CANZONI DI 40 ANNI FA RIPRENDONO VITA IN UN ALBUM CANTATO DAI BAMBINI IN SIRIA E MEDIO ORIENTE

GINEVRA\ aise\ - Per ricordare gli 8 anni dall’inizio della guerra in Siria, l’UNICEF lancia oggi 11, il suo primissimo album di canzoni per bambini. Grazie a bambini provenienti da Siria e dai paesi vicini, l’album dà una nuova vita a vecchie canzoni per bambini, prodotte nel 1976. Le canzoni sono quelle preferite di tutti i tempi a livello regionale, scritte e composte da Elias Rahbani, compositore di fama mondiale, durante la guerra in Libano.
Rahbani ha composto 6.500 brani musicali. I suoi figli, Jad e Ghassan, hanno cantato e registrato queste stesse canzoni quando erano bambini.
“11” include canzoni per bambini su istruzione, ambiente, legami familiari, nutrizione, pace e ricostruzione.
“Speriamo che l’album arrivi non solo ai bambini colpiti dalla crisi in Siria, ma al numero maggiore possibile di bambini in Medio Oriente e Nord Africa”, l’auspicio dell’UNICEF che ha messo in atto un piano di diffusione ambizioso per distribuire 1 milione di copie entro la fine del 2020.
Disponibile gratuitamente, l’album sarà distribuito a scuole, associazioni, accademie musicali e centri ricreativi nella regione.
Con il generoso supporto del Fondo dell’Unione Europea per la risposta alla crisi siriana, il Fondo UE “Madad”, l’UNICEF e Jad Rahbani hanno tenuto 11 workshop per circa 300 bambini, fra cui bambini con disabilità, per formarli e registrare la versione riarrangiata delle canzoni. Ai workshop hanno partecipato bambini da Giordania, Iraq, Libano, Palestina, Siria e Turchia.
“I bambini da Siria, Libano, Giordania e Turchia stanno imparando insieme e stanno stringendo amicizie attraverso questo progetto”, ha dichiarato Michael Köhler, Direttore per il Vicinato Mediorientale alla DG NEAR (Directorate-General for Neighbourhood and Enlargement Negotiations) della commissione Europea. “Supportare l’istruzione dei bambini provenienti dalle comunità locali e rifugiate è una priorità fondamentale per l’Unione Europea. Anche permettere alle giovani generazioni di frequentare la scuola e workshop musicali insieme aiuta a creare legami più forti tra loro, fattore molto importante visto che questi bambini sono i pilastri per il futuro delle loro società e della loro regione”.
“Ricordo l’impatto che queste canzoni hanno avuto su di me quando ero un bambino e quanto mi hanno aiutato a superare la paura che ho sentito durante la guerra in Libano. Questo è un progetto molto speciale e spero che questo album porti gioia ai bambini e riempia i loro cuori con energia positiva”, ha dichiarato Jad Rahbani.
“Oggi è il giorno più bello di sempre. Perché mi sono divertita, ho cantato e ho imparato. Sono rimasta incantata. Sono andata su un altro mondo. Come in un sogno!”, il commento di Assia Mohammed, di 11 anni, da Aleppo, che ora vive in Turchia.
Questo progetto fa parte dei Core Commitments for Children (gli impegni fondamentali per i bambini) colpiti da crisi. L’UNICEF fornisce supporto psicosociale come parte della sua assistenza in risposta a conflitti e crisi. A causa della guerra all’ottavo anno in Siria, 8 milioni di bambini hanno attualmente bisogno di assistenza, fra cui supporto psicosociale.
“I bambini siriani hanno sopportato cose a cui nessuno dovrebbe assistere. Molti portano cicatrici invisibili. Il supporto psicosociale, anche attraverso un progetto come “11”, con musica e arte, ha dimostrato di aiutare i bambini a superare gli shock che hanno passato e di riconnetterli gradualmente con la loro infanzia”, ha dichiarato Geert Cappelaere, Direttore Regionale dell’UNICEF per il Medio Oriente e il Nord Africa. “Senza questo supporto, i bambini rischiano di portarsi dietro le loro ferite aperte con gravi conseguenze da adulti”.
Nel corso della crisi, l’UNICEF ha raggiunto 757.000 bambini con supporto psicosociale in Siria e nei paesi vicini, anche con opportunità per giocare, cantare, imparare e praticare sport e attività artistiche. (aise)