IL SOTTOSEGRETARIO MERLO INAUGURA IL NUOVO CONSOLATO ONORARIO A SAN GALLO

IL SOTTOSEGRETARIO MERLO INAUGURA IL NUOVO CONSOLATO ONORARIO A SAN GALLO

SAN GALLO\ aise\ - Fine settimana in Svizzera per il Sottosegretario agli Esteri, Ricardo Merlo, che, nel corso della sua missione, ha inaugurato ufficialmente il nuovo Consolato onorario a San Gallo (Katharinengasse 21) alla presenza dell’Ambasciatore Silvio Mignano, del Segretario Generale del CGIE, Michele Schiavone, dei presidenti dei Comites di Zurigo e San Gallo, del deputato Mario Borghese (Maie) e alcuni ex parlamentari eletti all’estero e residenti in Svizzera, come Gianni Farina e Alessio Tacconi.
Presenti anche Pietro Capelli, coordinatore MAIE San Gallo, e Anna Mastrogiacomo, coordinatrice del MAIE Europa.
Console onorario è George Burger, ex capo dell'Ufficio della circolazione e della navigazione di San Gallo, che – come riporta tvsvizzera.it – vanta legami con l'Italia da parte della madre, originaria del Trentino.
“È stato un evento ricco di emozioni, per il sottoscritto ma soprattutto per i nostri connazionali, che hanno potuto vedere con i propri occhi quanto sia grande l’attenzione di questo governo verso tutto ciò che li coinvolge come italiani residenti all’estero”, ha commentato Merlo a margine dell’assise. “Riapriamo una sede consolare a San Gallo – ha proseguito il Sottosegretario - dopo che, in un periodo di grande confusione politica, era stata chiusa. Proseguiamo dunque nel percorso che punta a riaprire i Consolati chiusi dalle precedenti gestioni, proprio come avevamo promesso nel nostro programma elettorale durante le ultime elezioni politiche”.
Tanti i connazionali che hanno voluto salutare a San Gallo il sottosegretario Merlo che, con Borghese ha incontrato la comunità grata ai due parlamentari del MAIE per il loro sostegno fin dalla chiusura della sede consolare a San Gallo, nel 2014.
“Con il MAIE al governo continua l’inversione di tendenza rispetto al passato, quando le nostre sedi diplomatico-consolari venivano chiuse. Dal 2010 al 2017 sono state chiuse ben 54 sedi Consolari. Una vera follia”, ha concluso Merlo. “Dopo la Svizzera, toccherà a Spagna e Regno Unito. Ancora nuove aperture, ancora in mezzo alla gente, sul territorio. Per una vera politica per gli italiani nel mondo, finalmente”. (aise) 

Newsletter
Archivi