Sereni apre alla Farnesina l’Assemblea delle Parti dell’IDLO

ROMA\ aise\ - “Lo stato di diritto è ora più che mai essenziale, poiché l’efficacia delle misure adottate dai Governi al fine di ‘ricostruire meglio’ dopo la pandemia discende dalla capacità delle Istituzioni di essere trasparenti, efficaci e responsabili”. Così la Vice Ministra degli Esteri Marina Sereni che oggi ha aperto alla Farnesina l’Assemblea delle Parti dell’International Development Law Organization (IDLO), organizzazione intergovernativa con sede a Roma che ha come mandato esclusivo la promozione dello stato di diritto nei Paesi in via di sviluppo, al fine di rafforzare la loro capacità giuridica e il quadro normativo collegato allo sviluppo sostenibile.
“In linea con l’Agenda 2030, e in particolare con uno dei suoi obiettivi di Sviluppo Sostenibile, lo SDG16 – ha spiegato la Vice Ministra – crediamo che solo grazie ad istituzioni più forti sarà possibile ridurre le disuguaglianze e al contempo promuovere lo sviluppo sostenibile, equo e davvero inclusivo. Per favorire infatti la creazione a livello globale di società che vivano in pace e secondo un modello sostenibile, è necessario progredire in ambiti fondamentali come la giustizia, i diritti umani e l’accountability”.
“È per questo scopo – ha rimarcato Sereni – che l’Italia è particolarmente impegnata nella lotta contro ogni forma di discriminazione per promuovere i diritti delle donne e dei bambini, per tutelare i diritti dei disabili, per sancire una moratoria universale contro la pena di morte, per proteggere la libertà di religione e credo e i diritti delle persone appartenenti alle minoranze religiose, per combattere la tratta degli esseri umani”.
L’evento, ospitato di nuovo dalla Farnesina dopo l’interruzione dello scorso anno, costituisce l’occasione per una discussione franca tra gli Stati membri in merito alle future politiche dell’organizzazione e alle importanti tematiche che tratta. Negli ultimi anni, inoltre, l’Italia si è impegnata per consolidare il ruolo e le attività di IDLO, la cui crescente rilevanza è ormai componente importante dell’hub delle organizzazioni internazionali con sede a Roma. (aise)