Il Quartetto Indaco all’IIC di Stoccolma per il concerto di Natale

STOCCOLMA\ aise\ - Avrà luogo giovedì 14 dicembre, il concerto di Natale 2023 dell’Istituto Italiano di Cultura di Stoccolma. L’appuntamento è alle ore 18 presso l’Auditorium dell’IIC, dove si esibirà il Quartetto Indaco, che proporrà un repertorio di musica contemporanea spaziando tra autori diversi, italiani e non, e toccando anche alcuni brani tradizionali scandinavi. Si chiude così un anno ricco di eventi culturali, tra fotografia, cinema, musica, arte e architettura.
Il Quartetto Indaco è composto da Eleonora Matsuno e Ida Di Vita al violino, Jamiang Santi alla viola e Cosimo Carovani al violoncello. Nasce nel 2007 presso la Scuola di Musica di Fiesole, grazie all’impulso di Piero Farulli e Andrea Nannoni, ed è oggi considerato tra i più interessanti quartetti d’archi italiani della sua generazione.
Particolarmente apprezzato dal pubblico per la sua straordinaria comunicativa, il quartetto riceve da sempre ottime recensioni dalla critica specializzata che ha definito le sue performance “uno stupefacente spettacolo di fuochi d’artificio, così brillante che i muri della sala a stento lo contenevano”.
Vincitore di diversi premi e borse di studi italiani e internazionali tra cui il premio Scotese nel 2017, il “Börsen Club Hannover e il “Jeunesses Musicales” al Concorso Internazionale “Premio Paolo Borciani” 2014, il Quartetto Indaco si esibisce regolarmente in Italia, Germania, Svizzera, Francia, Irlanda, Kuwait, Lettonia, Svezia, Portogallo, Spagna e Olanda. Ha condiviso il palcoscenico con solisti e cameristi di fama internazionale, tra cui Enrico Bronzi, Avi Avital, Julian Bliss, Franziska Pietsch, Josu de Solaun, Bruno Canino, Uri Caine, Massimo Mercelli, Claudia Barainsky ed è dedicatario di molteplici lavori di compositori come Giovanni Sollima, Federico Maria Sardelli, Alessandro Solbiati, Giovanni Bietti e Nicola Sani.
Nel 2020 è uscito il primo Album, Northern Lights, pubblicato con Ema Vinci e dedicato, come suggerisce il titolo, alle luci del Nord e al fenomeno dell’aurora boreale. Nel 2022 oltre al disco Miniature, esce un concept album, che prende il nome di Avalon – songs from a lost world – (cinque stelle su Tgmusic.com), composto da arrangiamenti di musica medioevale, rinascimentale, del folklore europeo e di brani composti ad hoc.
Al termine del concerto un brindisi al Natale attende gli ospiti dell’Istituto Italiano di Cultura con un rinfresco a base di panettone, pandoro e prosecco perché sia d’auspicio per un 2024 ricco di emozioni. (aise)