Pubblica: online la prima docuserie italiana dedicata alla comunicazione e informazione pubblica digitale

ROMA\ aise\ - Il titolo è “Pubblica” ed è la prima docuserie italiana dedicata alla comunicazione e informazione pubblica digitale. Girata nelle città di Firenze, Roma, Napoli, Torino, con immagini da tutta Italia di molte amministrazioni coinvolte e prodotta dall’Associazione PA Social in collaborazione con Fondazione Italia Digitale, Binario F, Meta, realizzata da Edera Rivista, offre una prospettiva storica sulla digitalizzazione e comunicazione della pubblica amministrazione, raccontando l’attualità, le sperimentazioni e le opportunità del prossimo futuro.
La docuserie raccoglie interviste a professionisti del settore, istituzioni e personaggi di vari settori oltre alla partecipazione di quattro diverse “categorie” di cittadini: dalla studentessa all’anziana fino al medico e al professionista, alle prese con l’utilizzo delle piattaforme digitali per la PA nel quotidiano. Non manca il racconto del percorso, ancora non concluso, di riconoscimento delle professionalità della comunicazione digitale.
Hanno partecipato Ministeri, regioni, comuni, aziende sanitarie, musei, parchi, camere di commercio, università, scuole, utilities e aziende di servizio pubblico, enti statali e locali.
La docuserie è online sia nella sua versione integrale che nella versione a sette puntate. Le tematiche affrontate sono: servizi digitali e competenze, il percorso di riforma della legge 150 del 2000, il metaverso, i social network, le chat, l’intelligenza artificiale e le buone pratiche per rendere il digitale popolare.
Un racconto corale arricchito da una serie di interviste tra cui Paolo Zangrillo, Marianna Madia, Fabiana Dadone, Coma_Cose, Claudio Marchisio, Marco Carrara, Chiara Foglietta, Angelo Mazzetti, Diego Ciulli, Patrizio Caligiuri, Ernesto Belisario, Stefano D’Orazio, Stefano De Capitani, Livio Gigliuto, Francesco Nicodemo, Claudio Pettinari, Sergio Talamo, Christian Tosolin, Giulia Banfi, Pietro Biglia e Davide D’Arcangelo.
“Per la prima volta in Italia - spiega Francesco Di Costanzo, presidente di PA Social e Fondazione Italia Digitale e conduttore-narratore in “Pubblica” - viene raccontato in forma di docuserie il mondo della comunicazione e informazione pubblica digitale. L’obiettivo è dare ulteriore forza e visibilità alle tante realtà e ai molti professionisti che nel nostro Paese, da nord a sud, offrono servizi di qualità ai cittadini grazie alle piattaforme digitali, ai social, alle chat fino all’intelligenza artificiale e al metaverso. Pubblica rappresenta un racconto con un format diverso di quanto fatto negli ultimi anni, ma soprattutto una finestra su quanto ancora resta da fare e sulle tante opportunità del digitale da sfruttare per PA, imprese e cittadini. Ringrazio le tante persone che ci hanno lavorato, i partner, i tanti personaggi istituzionali, del mondo digital e di altri settori che hanno accompagnato il percorso con le loro interviste, le città e le pubbliche amministrazioni che hanno partecipato con le loro immagini. Il bello è che la storia continua, ogni giorno e ogni territorio, con l’obiettivo di un servizio al cittadino sempre migliore. Con Pubblica punteremo ad andare su tutti i territori, tra scuole, università, teatri, impianti sportivi, musei e molti altri luoghi con l’obiettivo di una sempre più matura cultura digitale e di un digitale popolare per far crescere conoscenza, consapevolezza, competenze”.
Pubblica è disponibile sul canale YouTube di PA Social e sui canali di Binario F, Agenzia Dire, gruppo Citynews. (aise)