PAROLE IN VIAGGIO: MASI (DANTE) A TREVISO

PAROLE IN VIAGGIO: MASI (DANTE) A TREVISO

TREVISO\ aise\ - Mercoledì prossimo, 7 novembre, dalle 8,30 in poi e con il patrocinio del Comune di Treviso, la suggestiva cornice dell’Auditorium Museo di Santa Caterina ospiterà il convegno “Parole in viaggio: le metamorfosi linguistiche del nostro tempo”.
L’evento, rivolto a docenti, Dirigenti e studenti di scuole di ogni ordine e grado, è stato organizzato dal locale comitato Dante presieduto da Maria Giuseppina Vincitorio, che aprirà la mattinata di formazione e confronto sulla lingua italiana e le sue trasformazioni attuali.
Tra gli interventi in programma anche quello del Segretario generale della Società Dante Alighieri Alessandro Masi che parlerà de “L’italiano fuori dall’Italia e la Dante Alighieri”, con cui illustrerà le attività dell’istituzione nel promuovere e diffondere lingua e cultura italiane nel mondo.
L’incontro è stato pensato come un itinerario nella lingua italiana, scandito da tappe nella storia linguistica, sociale, culturale del nostro Paese e considerando le diverse altre lingue presenti nel territorio. Sarà un viaggio tra lingue minoritarie, prestiti linguistici, neologismi, linguaggi giovanili e gerghi tecnologici, senza trascurare le maggiori lingue di cultura, la poesia, la traduzione letteraria e la comunicazione sul web.
Francesco Sabatini, linguista e Presidente onorario dell’Accademia della Crusca interverrà su “L’italiano in movimento, i giovani, la scuola”, considerata spazio ottimale per una riflessione sulle nuove identità e per sperimentare il potere della parola come spazio di cittadinanza, partecipazione e democrazia. A seguire, Adelino Cattani, professore ordinario di Teoria dell’argomentazione nell’Università di Padova, si soffermerà sulla “Teoria dell’argomentazione, utile alla pratica del dibattito”.
Interverrà quindi Annamaria Testa, blogger, giornalista ed esperta di comunicazione, su neologismi, prestiti linguistici e gerghi tecnologici nella lingua italiana; la sua relazione si intitolerà “Dal bello al biutiful”.
La traduzione letteraria, e il rapporto dello scrivente con una lingua non propria, sarà invece il tema della relazione di Luciano Bossina, professore associato del Dipartimento di Scienze storiche, geografiche e dell’antichità dell’Università di Padova, con il titolo “Le parole degli altri. Cercar se stessi nella lingua altrui”. Gli studenti della classe IV A del Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci” affronteranno la questione dell’attualità del latino, insieme alla professoressa Lucia De Vita rispondendo alla domanda: “ha ancora senso oggi parlare di latino?”.
Sarà infine Cristiano Lorenzi, ricercatore del Dipartimento di Studi umanistici dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, a porre la questione “Perché leggere Dante?”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi