DIPLOMAZIA SCIENTIFICA E PROMOZIONE INTEGRATA

DIPLOMAZIA SCIENTIFICA E PROMOZIONE INTEGRATA

ROMA\ aise\ - È tutto pronto per l’annuale Conferenza degli Addetti Scientifici che si terrà domani, giovedì 26 novembre, all'insegna della "Diplomazia Scientifica e promozione integrata".
La Conferenza, in formato digitale, prevede una sessione inaugurale, che sarà aperta alle ore 10.00 dal ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Luigi Di Maio; seguiranno gli interventi dei ministri dell’Università e della Ricerca, Gaetano Manfredi, e dell’Innovazione tecnologica e della Digitalizzazione, Paola Pisano, nonché del segretario generale della Farnesina, Elisabetta Belloni.
Alle ore 10.30 si svolgeranno le Cerimonie di consegna dei Premi Farnesina 2020: l'Italian Bilateral Scientific Cooperation Award e "L’innovazione che parla italiano".
Dalle ore 11.00 alle ore 13.00 si terrà un panel su "Il ruolo della ricerca e dell’innovazione quale volano per la competitività del Sistema Italia: la Diplomazia Scientifica, il ruolo degli Addetti Scientifici e gli strumenti a disposizione", che sarà introdotto dal direttore generale per la promozione del Sistema Paese del MAECI, Lorenzo Angeloni, e moderato dall’autore e conduttore televisivo, Federico Taddia. Al panel è prevista la partecipazione del consigliere scientifico, MNST “Leonardo da Vinci”, Barbara Gallavotti, del direttore One Health della University of Florida, Ilaria Capua, dell’astronauta Luca Parmitano, del presidente AISUK, Antonio Guarino, del senior vice presidente Avio Spa, Angelo Fontana, e del fisico teorico e saggista Carlo Rovelli.
L’obiettivo della Conferenza, organizzata con il contributo di APRE (Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea), è di promuovere azioni, strumenti e successi della Diplomazia Scientifica, facendo il punto insieme alla rete degli Addetti Scientifici sui risultati del lavoro svolto e sulle prospettive future in un’ottica di promozione integrata del Sistema Italia, tenuto conto anche della “rivoluzione digitale” imposta dall’emergenza Covid19.
Tema centrale sarà il ruolo crescente del settore della ricerca scientifica e tecnologica per la competitività del Sistema Paese, valorizzando l’impegno del Governo nella promozione dell’innovazione e le sue ricadute sul tessuto imprenditoriale italiano. Si discuterà dell’importanza di sostenere gli investimenti e di favorire la cooperazione internazionale nel settore scientifico e tecnologico quale volano per la competitività del Sistema Italia e, più in generale, per l’impatto sulla nostra qualità di vita.
L’evento sarà trasmesso in diretta sulla piattaforma YouTube del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.
La diplomazia scientifica
Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) promuove l’internazionalizzazione della ricerca italiana e la diplomazia scientifica quali strumenti fondamentali per lo sviluppo della cooperazione tra l’Italia e il resto del mondo. Alla base dell’azione del MAECI la convinzione che non ci possa essere sviluppo economico senza innovazione e sostegno alla ricerca scientifica.
La promozione all'estero della scienza e della tecnologia italiane: il ruolo degli addetti e degli esperti scientifici e tecnologici
La Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese, tramite la Direzione Centrale per l’innovazione e la ricerca, si avvale di una rete di Addetti ed Esperti scientifici, nominati ai sensi dell’art. 168 del DPR 18/1967 e dell'art. 16, comma 1 della Legge 401/1990, provenienti in maggioranza dai ruoli dello Stato e di Enti Pubblici, che agiscono per la valorizzazione dei settori di eccellenza della ricerca scientifica e tecnologica e per il sostegno all'affermazione delle imprese italiane che operano in settori di tecnologia avanzata.
Attualmente, gli Addetti ed Esperti scientifici sono attivi presso le Sedi diplomatiche italiane all’estero nei Paesi dell’Europa (Belgrado, Berlino, Bruxelles – Rappresentanza UE, Ginevra – Organizzazioni Internazionali, Londra, Mosca, Parigi – IIC, Parigi - Organizzazioni Internazionali, Stoccolma e Zurigo), del Mediterraneo e Medio Oriente (Il Cairo, Tel Aviv), dell'America del Nord (Boston, Houston, Ottawa, San Francisco, Washington), del Centro (Città del Messico) e del Sud (Brasilia, Buenos Aires, Santiago – IIC), dell’Africa (Dakar, Nairobi, Pretoria) e dell’Asia, Australia e Oceania (Canberra, Chongqing, Hanoi, New Delhi, Pechino, Seoul, Shanghai, Singapore, Tokyo).
Presso la Rappresentanza Permanente d’Italia a Bruxelles e presso l’Ambasciata d’Italia a Washington operano inoltre 2 Addetti per le questioni spaziali.
Protocolli Esecutivi (PE) attuativi degli Accordi bilaterali di cooperazione scientifica e tecnologica
Il MAECI, nell’ambito della sua azione di promozione del Sistema Paese, è fortemente impegnato a facilitare il processo di internazionalizzazione del sistema della ricerca e dell’innovazione italiano, con l’obiettivo di favorire il dialogo, sostenere la competitività delle nostre imprese tecnologiche e affermare il valore della rete scientifica nazionale all’estero. In questo ambito, i Protocolli Esecutivi (PE) attuativi degli Accordi bilaterali di cooperazione scientifica e tecnologica sottoscritti dall’Italia rappresentano strumenti fondamentali della cooperazione bilaterale mirata in particolare a sostenere la visibilità della ricerca e della tecnologia italiane nel mondo, facilitare i contatti tra le università e i centri di ricerca italiani e le loro controparti estere, cofinanziare progetti scientifici congiunti di grande rilevanza e mobilità dei ricercatori.
In particolare, attraverso i PE il MAECI prevede due tipologie di progetti finanziabili: i Progetti di Grande Rilevanza e i Progetti per la Mobilità dei Ricercatori.
Quelli di Grande Rilevanza sono progetti bilaterali di ricerca che mirano a rafforzare i rapporti scientifici tra l'Italia e la controparte estera, anche nella prospettiva di favorire ricadute economiche per il nostro Paese.
I Progetti per la Mobilità dei Ricercatori permettono ai ricercatori impegnati in un programma di ricerca congiunto, che sia inserito in un Protocollo Esecutivo, di ottenere finanziamenti a copertura delle sole spese di viaggio e di soggiorno.
Ad oggi risultano in vigore Protocolli Esecutivi bilaterali con Argentina, Canada – Quebec, Cile, Cina, Corea, Egitto, Giappone, India, Messico, Montenegro, Polonia, Serbia, Slovenia, USA, Sud Africa, Svezia e Vietnam. (aise)


Newsletter
Archivi