Giornata contro l’omolesbobitransfobia/ Ungaro (Iv): le parole di Mattarella siano una bussola per il Parlamento

ROMA\ aise\ - Quelle pronunciate dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione della Giornata internazionale contro l’omofobia, la transfobia e la bifobia, sono “parole importanti che devono indicare la direzione di marcia al Parlamento e a tutte le istituzioni repubblicane per radicare in Italia la cultura dell’inclusione”. Così Massimo Ungaro, deputato di Italia Viva eletto in Europa, che riferendosi alla dichiarazione del Capo dello Stato, evidenzia in particolare il passo in cui Mattarella ribadisce che “le attitudini personali e l’orientamento sessuale non possono costituire motivo per aggredire, schernire, negare il rispetto dovuto alla dignità umana, perché laddove ciò accade vengono minacciati i valori morali su cui si fonda la stessa convivenza democratica”.
“Un appello forte e netto contro qualsiasi forma di discriminazione”, quello del Capo dello Stato, che deve essere una “bussola” per il Parlamento. “In questo senso – conclude Ungaro – sarà fondamentale assicurare l’approvazione del Ddl Zan in tempi brevi”. (aise)