FRIULANI ALL’ESTERO: LA REGIONE INCONTRA LE ASSOCIAZIONI

FRIULANI ALL’ESTERO: LA REGIONE INCONTRA LE ASSOCIAZIONI

UDINE\ aise\ - "La Regione è impegnata a sostenere gli eventi e le progettualità promosse dalle associazioni dei corregionali all'estero per una sempre più proficua rete di relazioni che rafforzi i legami tra il Friuli Venezia Giulia, i suoi emigrati e i loro discendenti". Lo ha ribadito l'assessore alle Autonomie locali e corregionali all'estero del Friuli Venezia Giulia, Pierpaolo Roberti, che ieri a Udine ha incontrato i rappresentanti delle associazioni riconosciute, ovvero Ente Friuli nel Mondo, Associazione Giuliani nel Mondo, Associazione Lavoratori Emigrati dal Friuli Venezia Giulia (ALEF), Ente Friulano Assistenza Sociale Culturale Emigranti di Pordenone (EFASCE), Ente Regionale Acli per i problemi dei Lavoratori Emigrati (ERAPLE), Unione Emigranti Sloveni del Friuli Venezia Giulia (UES - Slovenci po Svetu).
"Cercheremo per quanto possibile di recuperare risorse aggiuntive a copertura dei bandi nella prossima manovra di assestamento - ha affermato Roberti -, al contempo gli uffici stanno già lavorando per colmare i disagi nell'erogazione dei fondi, dovuti al fatto che stiamo attraversando un periodo transitorio dopo l'entrata in vigore a metà gennaio del nuovo regolamento sulla disciplina degli interventi regionali in materia di corregionali all'estero e rimpatriati".
L'incontro è stato utile anche a raccogliere alcune osservazioni delle associazioni su aspetti tecnici del bando stesso che potrebbero comportare difficoltà amministrative nell'elaborazione dei progetti.
"Anche su questo ho dato piena disponibilità a portare quanto prima in Commissione i correttivi necessari a semplificare l'iter per la richiesta dei contributi, così che ci sia maggior chiarezza sia per le associazioni che per gli uffici che eseguono le istruttorie, eliminando ogni dubbio interpretativo sulla norma" ha confermato l'assessore. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi