GIOVANI TRENTINI NEL MONDO: APERTE LE ISCRIZIONI PER GLI INTERSCAMBI GIOVANILI - EDIZIONE 2020

TRENTO\ aise\ - Cogliere l’opportunità di poter realizzare il confronto con culture diverse; vivere e condividere l’esperienza in un ambiente familiare; incontrare nuovi amici in uno spazio culturale di base comune: questi i punti di forza degli Interscambi giovanili promossi dalla Provincia autonoma di Trento - Ufficio Emigrazione e destinati sia ai giovani di origine trentina all’estero che ai loro coetanei che vivono in provincia.
Possono rispondere al bando, infatti, giovani di origine trentina residenti all’estero e giovani residenti in Trentino di età compresa tra 18 e 35 anni alla data di presentazione della domanda.
In relazione alle domande di partecipazione pervenute, nelle varie edizioni sono stati fino ad ora coinvolti giovani oriundi trentini provenienti da Argentina, Brasile, Cile, Uruguay, Paraguay, Colombia, Perù, Venezuela, Guatemala, Messico, Stati Uniti, Canada, Australia e Sudafrica.
Le aree di riferimento dei partner residenti in Trentino sono fino ad ora state: Trento, Lavis, Piana Rotaliana, Altopiano della Paganella, Alta e Bassa Valsugana, Val di Non, Val di Sole, Alto Garda e Ledro, Valle dei Laghi, Altopiano della Vigolana, Val Rendena, Valli Giudicarie, Primiero, Val di Fiemme, Vallagarina.
La formula del programma prevede l’ospitalità reciproca presso le famiglie dei partecipanti. Il periodo di ospitalità ha una durata di 3 settimane e ciascun interscambio avviene in due distinte fasi temporali.
La prima fase è dedicata al soggiorno in Trentino di 3 settimane – dal 1° al 21 luglio 2020 – dei giovani discendenti; la seconda il soggiorno all'estero, sempre di 3 settimane in un periodo a scelta nel 2021, per i giovani trentini (il periodo viene concordato tra i due parner, con la supervisione della Struttura provinciale competente).
Per ciascun soggiorno, in Trentino o all’estero, oltre ai giovani partecipanti ed alle famiglie, vengono coinvolti anche i diversi referenti che compongono le comunità locali (comuni, enti, associazioni, gruppi di giovani, gruppi studenteschi ecc.).
La Provincia Autonoma di Trento interviene a favore di tutti i partecipanti con un contributo massimo di 990 euro da/per Paesi extra-europei e di 450 euro da/per Paesi europei per le spese di viaggio e di assicurazione sanitaria (malattia e infortuni) per il periodo di soggiorno ufficiale (3 settimane). Quanto al vitto e alloggio, sulla base della formula di reciprocità vengono garantiti dalle famiglie dei rispettivi partner partecipanti.
Le candidature vanno presentate entro il 28 febbraio seguendo le indicazioni e compilando il modulo disponibile qui. (aise)