Berlino Magazine/ Più decessi che nascite e meno immigrazione: la Germania nel 2020 ha diminuito la sua popolazione

BERLINO\ aise\ - “Per la prima volta in dieci anni la popolazione tedesca non è cresciuta. A rivelarlo i dati dello Statistiches Bundesamt relativi al 2020”, che oggi riporta in primo piano il portale di informazione bilingue Berlinomagazine.com.
“Il 2020 è stato, senza ombra di dubbio, un anno di crisi sotto molti aspetti. In Germania la pandemia di Coronavirus ha arrestato anche il costante aumento demografico che ha caratterizzato gli ultimi dieci anni. Dal 2011 al 2019 la popolazione tedesca era infatti cresciuta da 80,3 a 83,2 milioni di abitanti. Secondo i dati raccolti dallo Statistiches Bundesamt, per la prima volta in dieci anni la popolazione della Germania è invece in calo. A a fine 2020 lo Statistiche Bundesamt ha segnalato una diminuzione di circa 12mila persone rispetto all’anno precedente.
Due fattori incidono sul calo demografico: migrazione e mortalità
Dalle statistiche emergono due fattori rilevanti a spiegazione del calo demografico. Il primo è l’abbassamento del tasso di migrazione netta, ovvero la differenza tra il numero di immigrati ed emigrati in un’area geografica. Anche se ci troviamo di fronte a dati ancora provvisori a causa della situazione pandemica, si stima che la migrazione netta in Germania sia passata da 294mila unità nel 2019 a 209mila nel 2020. L’eccesso del livello di mortalità rispetto al tasso di natalità rappresenta poi il secondo fattore di incidenza. Si stima che l’eccesso di morti sulle nascite sia aumentato da 161mila persone nel 2019 a 212mila nel 2020.
I dati relativi alle fasce d’età
Se da una parte il Coronavirus ha inciso sull’aumento della mortalità, dall’altra il numero di anziani è continuato a crescere. Il dato più rilevante riguarda gli over 80, aumentati di 255mila unità nel 2020 (+4,5%) fino a 5,9 milioni. Anche la fascia d’età 60-79 ha registrato un leggero aumento dello 0,5% (96mila in più, ovvero un totale di 18.2 milioni). Nelle altre fasce di popolazione si rileva invece un trend diverso. Gli abitanti tra i 20 e i 59 anni sono diminuiti di circa 367mila (-0,4%) per un totale di 43.7 milioni di persone a fine 2020. Sotto i 20 anni non sono stati registrati cambiamenti significativi. Nel 2020 il numero di bambini e giovani è risultato pari a 15.3 milioni. L’età media della popolazione tedesca nel 2020, attorno ai 44,6 anni, è aumentata di 0,1 punti percentuali rispetto all’anno precedente.
In Germania non tutti i Bundesländer hanno perso abitanti
In alcuni Bundesländer nel 2020 la popolazione è aumentata: Baviera (+15mila), Bassa Sassonia (+10mila) e Brandeburgo (+9mila). Tuttavia, la maggior parte degli stati federati hanno vissuto un calo demografico nel primo anno di pandemia. Berlino e la Renania Settentrionale-Vestfalia hanno perso rispettivamente 5mila e 22mila persone, mentre nel 2019 la loro popolazione era in aumento. Seguono la Sassonia, la Sassonia-Anhalt, la Turingia e Brema. In linea generale, escludendo Berlino, nei Bundesländer occidentali la popolazione è aumentata di circa 24mila persone su 67 milioni, mentre in quelli orientali si è registrato calo demografico di circa 30mila persone su 12.5 milioni”. (aise)