MEDICINALI PER GLI ITALIANI IN VENEZUELA

MEDICINALI PER GLI ITALIANI IN VENEZUELA

CARACAS\ aise\ - Finalmente i cittadini italiani che ne hanno bisogno potranno ricevere i medicinali inviati dall’Italia. Ne dà notizia il Consolate generale d’Italia a Caracas che sarà responsabile operativo del progetto.
Una buona notizia, insomma, per i connazionali: dopo un procedimento lungo e “complesso”, l’Ambasciata italiana è riuscita a raggiungere un accordo con le competenti Autorità venezuelane e ad avviare - grazie al sostegno del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e in particolare della Direzione Generale per gli Italiani all’Estero e le Politiche Migratorie – il programma di fornitura di medicine a favore dei cittadini italiani residenti in Venezuela, che si trovano nella necessità di disporre delle medesime e nell’impossibilità di reperirle nel paese.
Gli aspetti operativi del programma, come detto, sono affidati al Consolato d’Italia a Caracas, che da questo punto di vista coprirà l’intero territorio nazionale, compresa la circoscrizione del Consolato d’Italia a Maracaibo, che tuttavia interverrà per gli aspetti di propria competenza. Si tratta del “Programa de donación de medicamentos para ciudadanos italianos en Venezuela”, che provvederà alla consegna delle medicine agli interessati.
Il sistema operativo è molto semplice.
Il programma dispone di 24 filiali in tutto il paese. Chiunque abbia necessità di medicine dovrà chiamare il numero +582122104665 e seguire le indicazioni, avendo in particolare a portata di mano l’ultima ricetta medica, il nominativo del proprio medico e gli estremi del proprio documento d’identità.
L’interessato dovrà recarsi personalmente presso il punto piú vicino alla propria località di residenza, indicatogli dal centralino stesso, ove il personale medico autorizzato lo riceverà.
Il programma di donazione provvederà quindi alla consegna delle medicine. L’operazione è completamente gratuita. È opportuno sottolineare che il servizio è autorizzato esclusivamente per i cittadini italiani residenti in Venezuela e iscritti all’AIRE di uno dei due uffici consolari; che le medicine debbono essere di uso strettamente personale, senza alcuna eccezione, e che la quantità da consegnare sarà esclusivamente e senza eccezione quella indicata dal personale medico autorizzato.
Il metodo operativo è esclusivamente quello sopra descritto e pertanto nessuna istituzione dovrà farsi tramite né segnalare all’Ambasciata o agli Uffici consolari nominativi di persone che abbiano bisogno di medicine: il sistema operativo è di facile accesso e, si ribadisce, gratuito e strettamente personale. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi