UNICEF/OMS/GAVI: la Siria riceve 256.800 dosi di vaccino contro il COVID-19 da COVAX Facility

© UNICEF/UN0446399/Nader

GINEVRA\ nflash\ - La Siria ha ricevuto 256.800 dosi del vaccino contro il COVID-19, la prima consegna di vaccini COVAX a raggiungere il paese devastato dalla guerra. Questa consegna di vaccini AstraZeneca (del Serum Institute of India) sarà data agli operatori sanitari di prima linea in tutta la Siria, compresi il nord-est e il nord-ovest. È quanto riferiscono UNICEF, OMS e GAVI in una nota congiunta in cui definiscono la consegna delle dosi “un raggio di luce per il popolo della Siria. Aiuterà gli operatori sanitari a continuare a fornire servizi salvavita in un sistema sanitario già stremato a causa della guerra decennale”. I vaccini contro il COVID-19 sono stati consegnati oggi attraverso due spedizioni: 203.000 dosi sono arrivate a Damasco, mentre altre 53.800 dosi sono state consegnate nel nord-ovest, un'area che continua ad essere teatro di conflitti armati e di persone sfollate. Altre consegne sono previste per la Siria nelle prossime settimane e mesi. Ad oggi, la Siria ha registrato 51.580 casi di COVID-19. Il numero reale è probabilmente molto più alto a causa della limitata o mancata disponibilità di forniture di test. Questo rende la consegna dei vaccini fondamentale e tempestiva. È necessario un sostegno molto maggiore per aiutare gli operatori sanitari della Siria, ovunque si trovino nel paese, e la sua popolazione più a rischio, compresi gli anziani e coloro che hanno problemi di salute, a ricevere i vaccini contro questo virus. (nflash)